lunedì 28 maggio 2018

Il burro all'improvviso - ovvero come fare il burro fatto in casa da un incidente casalingo

Certe volte le cose meglio riuscite sono quelle che accadono per caso...
E una cosa simile mi è successa proprio ieri.
Primavera, caldo, stagione delle fragole; in casa mia è quasi d'obbligo, in questo periodo, terminare la cena con una coppettina di fragole tagliate a pezzettini ed una cucchiaiata di gelato.

Rigorosamente alla panna o alla crema.

Ma io, che sono tutt'altro che abitudinaria e mi piace provare sempre cose nuove e scoprire sapori diversi da quelli abituali, ho deciso di rompere la "tradizione del gelato" cambiando gusto...ed ho acquistato uno splendido barattolino di gudurioso gelato al cremino, pregustandomi per tutta la mattinata il suo favoloso sapore, che amo da sempre.

Però, si sa, tutti noi abbiamo una coscienza che, purtroppo o per fortuna, troppo spesso ci parla e ci fa tornare sulla retta via; la mia è specializzata in questo e parla decisamente troppo e quindi, spinta dai rimorsi di coscienza (misti alla poca voglia di sentir bofonchiare quel brontolone di mio marito) sono andata a comprare un barattolino di panna fresca da montare in modo da avere una scialuppa di salvataggio per le fragole di mio marito (la panna) e, allo stesso tempo, potermi gustare le mie fragole a modo mio (col gelato al cremino).

Nel pomeriggio apro il frigo alla ricerca di una bottiglia d'acqua e il vasetto di panna, probabilmente riposto un pochino troppo in bilico, decide di spatafasciarsi sul pavimento con un bellissimo tuffo triplo carpiato ed io, nel disperato tentativo di recuperare il barattolino il più velocemente possibile per non far finire tutta la panna sul pavimento, in una azione degna del miglior rallenty di qualità, mi getto sul barattolo e riesco a recuperare quasi metà del contenuto...
Mio marito, che ha assistito a tutta la scena impietrito e con una espressione di panico dipinta in volto, mi prende una tazza in cui travasare la panna rimasta ed io, evidentemente non ancora in me, gli dico di passarmi il bicchiere dello sbattitore a fruste, invece della tazza, tanto avrei comunque dovuto montarla quella panna...circa due ore dopo.

E lascio il bicchiere con la panna, abbandonato a se stesso sul piano della cucina, senza rimetterlo in frigo... 

Finalmente recuparata la calma, ceniamo tranquilli, poi prepariamo le fragole ed io mi alzo, prendo le fruste elettriche ed inizio a montare la panna.

calda.

E, come se nulla fosse, mi stupisco e mi chiedo il perchè quella panna, invece che montare, facesse tutti quei grumi...

Beh, le avrà mica fatto male la caduta?...

Allora metto in frigo il bicchiere con tutta la panna smontata e grumosa, con l'intenzione di riprovare a montarla una volta fredda.
Passata mezz'ora riprendo il bicchiere dal frigo, ricomincio a montare e i grumi si compattano attorno alla frusta e si separano dal siero.
A quel punto...come nella migliore manifestazione della perfetta epifanìa da manuale, per miracolo ritorno in pieno possesso delle mie facoltà psichiche e, guardando quella cosa grumosa attaccata alle fruste, vengo travolta da un'illuminazione e urlo a mio marito: "Amore guarda...HO FATTO IL BURRO!!!".

Ecco, questa è la descrizione fedele del mio incidente casalingo con la panna ( e della mia conseguente perdita momentanea di lucidità ) da cui è uscito il mio minuscolo vasetto di burro; il mio strepitoso burro all'improvviso.

Ammetto, però, che ho avuto fortuna, perchè il procedimento corretto per fare il burro è quello che segue...

------------------------------------------------------------

Ingredienti:  

   250g di panna fresca da montare

Preparazione:  

Versate la panna ben fredda di frigo nella planetaria ed iniziate a montare alla massima velocità.
Quando la panna sarà ben montata, non spegnete la macchina ma andate avanti a montare finchè non vedrete che il composto farà i grumi ed inizierà a dividersi; si stà formando il vostro burro.
Continuate a far andare la frusta della planetaria finchè non vedrete che il vostro composto grumoso si sarà definitivamente separato in una parte solida e giallina, che si compatterà attorno alla vostra frusta, ed una parte lattiginosa biancastra, il latticello.
A questo punto posizionate un colino a maglie strette sopra ad un recipiente, trasferitevi tutto il composto e, aiutandovi con una spatola, pressate bene il vostro burro in modo da far drenare via tutto il latticello.
Quando avrete drenato tutto il latticello, il vostro burro sarà pronto per essere sistemato in un contenitore ermetico ed essere riposto in frigo. 

------------------------------------------------------------

Consigli Utili: 

  • Non fate come me...la panna deve essere fredda di frigo, altrimenti rischiate che si rovini irrimediabilmente, e con i latticini non si scherza.
  • Piccolo trucco per far montare meglio la panna è quello di montarla in un contenitore freddo quindi vi consiglio di mettere il bicchiere, o il contenitore in cui la monterete, in frigo per almeno un'ora prima di procedere alla produzione del burro.
  • Con 250g di panna fresca vi usciranno 85g di burro e 125g di latticello che potrete usare in sostituzione del latte nella preparazione dei dolci o semplicemente potrete berlo...è buonissimo!
  • Il burro fatto in casa non dura come quello confezionato, dovrete quindi consumarlo nell'arco di un mese al massimo e tenerlo in frigo, ben chiuso in un contenitore ermetico; il latticello, invece, va consumato in un paio di giorni.
  •  Il burro ottenuto con questo procedimento sarà di sapore delicatissimo e neutro, se lo volete leggermente salato potete aggiungere un pizzico di sale (magari sale marino di quello buono, pestato al mortaio) mentre, con la spatola, mescolerete e presserete il burro per separarlo dal latticello.
  • Infine, quando pressate il burro, nel colino, assicuratevi di drenare bene tutto il latticello perchè altrimenti il vostro burro rischierà di irrancidire dopo pochi giorni.

1 commento:

  1. il burro fatto in casa è una meraviglia, io non lo faccio più perchè altrimenti me lo mangio nel giro di due giorni sul pane fresco.... ancora complimenti per la finale delle Insalate di riso! ci vediamo a settembre a Cookstock!

    RispondiElimina